#salvaiciclisti pavia

Pavia a misura di bicicletta
pgt piano governo territorio pavia

A proposito di PGT

Nello scorso dicembre il Consiglio Comunale ha deliberato l’adozione del Piano di Governo del Territorio (PGT), il nuovo strumento di pianificazione urbanistica destinato a sostituire il vecchio Piano Regolatore risalente al 2003. Per parte nostra, abbiamo esaminato il Piano dal punto di vista dei ciclisti urbani e presenteremo al Comune le nostre osservazioni al riguardo, osservazioni che potete leggere più sotto in una stesura non definitiva.

Il PGT/2013 traccia un quadro critico del traffico cittadino: traffico motorizzato in aumento a causa del decentramento demografico verso i comuni limitrofi, eccessivo ricorso all’auto per gli spostamenti di corto raggio, uso della bici fortemente scoraggiato dalla frammentazione e dall’insicurezza della rete ciclabile.

Riguardo a quest’ultima il Piano descrive una realtà ben nota: frammentazione dei percorsi, pericolosità degli attraversamenti, limitata diffusione sulle vie di maggior traffico, ciclabili non conformi e poco funzionali. In particolare vengono evidenziate  l’inadeguatezza dei collegamenti tra stazione, Ospedali ed Istituti Universitari, le interruzioni nell’anello attorno al centro storico, la carenza di ciclabili lungo i viali principali: il paragone tra la rete descritta nel PGT e quella prevista a suo tempo dal Piano Urbano della Mobilità (PUM) per il 2011 é inevitabile e desolante.

Quasi a voler fare ammenda di questo ritardo il Comune fissa obiettivi molto ambiziosi per i prossimi 10 anni e definisce prioritari gli interventi per la ciclabilità. Interventi che, stando all’analisi proposta dai tecnici comunali, potrebbero trasferire stabilmente su bici 850 spostamenti pendolari giornalieri. Come immaginabile, l’elenco é lunghissimo: nuova segnaletica e pavimentazione, nuove ciclabili sulle direttrici principali, migliori collegamenti col Polo sanitario ed universitario, riprogettazione di punti specifici, realizzazione di attraversamenti dedicati, potenziamento del servizio di bike-sharing.

Le osservazioni di #salvaiciclisti non vogliono essere solo un repertorio di lacune, approssimazioni ed inesattezze presenti nel Piano: la vera questione di fondo che intendiamo sollevare é di metodo. In quanto strumento di pianificazione e di indirizzo, il PGT non é in grado di definire priorità, scadenze e risorse da destinare alle infrastrutture ciclabili, per le quali rimanda ad altri strumenti quali il già citato PUM ed il Piano Urbano del Traffico (PUT). Tuttavia, ed é lo stesso Comune a dirlo, la promozione della ciclabilità urbana necessita di politiche coordinate, di visione complessiva, di linee-guida, esattamente ciò che i succitati Piani non hanno saputo produrre in 15 anni. Senza queste e senza un Piano specifico per la Mobilità Ciclistica che le traduca in azioni coerenti, non é immaginabile un risultato diverso da quello, ripetiamo, desolante, che é sotto gli occhi di tutti.

Scarica le nostre Osservazioni al PGT*

*: il testo del PGT su cui esse sono basate non é quello definitivo: il Consiglio Comunale nella delibera di adozione ha previsto delle modifiche che potremo conoscere solo quando la delibera verrà pubblicata in Albo Pretorio, o al più tardi quando il PGT verrà depositato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: