#salvaiciclisti pavia

Pavia a misura di bicicletta
ruota della bicicletta bucata

Nein nein nein!

Leggiamo sul sito FIAB e tristemente riportiamo la lettera di alcuni cicloturisti austriaci e tedeschi che, in visita a Pavia con le bici, hanno dovuto fare i conti con il tribulus terrestris; di questa pianta avevamo già parlato nel nostro blog qualche tempo fa (leggi l’articolo Tribolazioni), mettendo in guardia chi va in bici ed evidenziando la necessità di mantenere pulite ed ordinate le ciclabili della città.

Graz, 13.01.2013

Gentile signor Sindaco Alessandro Cattaneo,
abbiamo organizzato una settimana in bicicletta a Pavia e dintorni per il nostro gruppo di amici della bicicletta dell’Austria (ARGUS) e della Germania (ADFC) per conoscere meglio la natura, la lingua, la vita culturale, artigianale e culinare della provincia di Pavia.
Siamo stati a Pavia nell’ultima settimana di agosto 2012 e abbiamo avuto grandi problemi con un piccolo neofito che produce frutti con spine pericolose per le bici. Otto dei dodici partecipanti hanno bucato. I copertoni erano veramente perforati ed una persona ha avuto persino sette buchi in una ruota. In alcuni casi è stato necessario riparare le bici diverse volte durante questa settimana.
Al negozio “Cicli Zamai” abbiamo sentito che questo problema esiste già da un anno. Nel 2011 è cominciato in luglio, nel 2012 in agosto. I kit riparazioni erano esauriti in questo negozio, perche ogni giorno numerosi ciclisti hanno lo stesso problema di forature.
Abbiamo cercato questa pianta e l’abbiamo trovata lungo il canale Pavese. Si tratta del tribulus terrestris (Tribulus terrestris L.), una pianta tropicale che viene usata nella fitoterapia. In allegato si trovano fotografie e siti internet della pianta.
Siccome i frutti di questa pianta sono così pericolosi, non solo per le biciclette ma anche per uomini e animali, La preghiamo di agire al più presto possibile. Bisogna elaborare misure efficaci per eliminare questa pianta subito e per impedirne la diffusione in altre zone o città.
Speriamo e desideriamo che il comune di Pavia sia in grado di risolvere questo problema, in modo che non solo il nostro gruppo ciclistico ma anche altri ciclisti possano venire nella Vostra città senza temere forature.
Distinti saluti

Dr. Heidi Schmitt (Presidente Argus di Graz)

Trovate l’articolo e la lettera originale sul sito FIAB.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: